/it/conselho/759/interculturalidade1601
Congregação das Irmãs de São José de Chambéry | NOTIZIE

Choose your language:


  • NOTIZIE

    17 de Jan, 2020

    Interculturalità 16 - 01


     Tim Norton, SVD, ha dedicato la giornata al tema dell\´interculturalità. Dai suoi esempi era chiaro che parlava della sua esperienza vissuta. Ha aperto la mattinata con il concetto base di cultura, osservando che esso è sia esterno -ciò che possiamo vedere e di cui possiamo parlare-, sia interno - ciò che diamo per scontato e spesso è inconscio. Viviamo tutti nella cultura, proprio come un pesce vive nell\´acqua, senza esserne consapevoli. Eppure è la cultura che ci dà un senso di appartenenza, ci consente di prosperare e vivere meglio. Ha poi continuato a distinguere il multiculturalismo (diverse culture che vivono fianco a fianco senza conoscersi), transculturalità (culture che vivono insieme e imparano l\´una dall\´altra) e l\´interculturalità (culture insieme che imparano l\´una dall\´altra e cambiano a causa di ciò ).  

     
     La seconda parte della mattinata è stata dedicata al viaggio interculturale di Gesù e della Chiesa primitiva. Gesù invitò tutti a tavola, anche se non era accettabile per un ebreo farlo. Quindi, come abbiamo visto negli Atti degli Apostoli, la missione degli apostoli fu gradualmente trasformata in chiesa, passando da un gruppo esclusivamente ebraico a uno che abbracciava pienamente i Gentili. Dobbiamo seguire questo esempio e andare oltre le nostre culture e zone di comfort per essere efficaci nella missione. 

    Nel pomeriggio l\´attenzione si è spostata sugli stili di conflitto interculturale. Sono stati introdotti quattro stili di gestione del conflitto: discussione, coinvolgimento, sistemazione e dinamica. Siamo stati quindi guidati in un processo per scoprire il nostro stile, e invitati a discuterne in gruppi linguistici. La conversazione è stata molto animata ed è stato interessante ascoltare come altri hanno imparato,e alcuni hanno cambiato, il loro stile di gestione dei conflitti. 

    La giornata si è conclusa con un contributo alla leadership nelle comunità interculturali, una sfida crescente in molte comunità e province. Tra le competenze necessarie per tale leadership vi è la capacità di ascoltare in modo creativo, comprendere ciò che è nuovo, modellare ciò che è possibile e rallegrarsi della differenza. Ci sono rimasti due pensieri preziosi: l\´interculturalità è una benedizione e siamo più bravi nella vita interculturale di quanto pensiamo.

     

    Galeria de Imagens:




    Invia il tuo commento!




    Condividi questa notizia:

    I campi compilati con sono obbligatori